Skip to content
Immagine

Chapeau!

Schermata 2016-01-21 alle 15.26.49

Oggi

Mi sono svegliato con la voglia di baciarti.

Buon natale mamma

La solitudine non è un meteorite che si abbatte improvviso sulla nostra vita. La solitudine è una trincea che scaviamo un pezzo alla volta ogni giorno della vita e che alla fine ci inghiotte, impedendoci pure di vedere il sole. Lei è sepolta nella sua.

——-

Oggi su whatsapp, parlando con una ex alunna di mia madre, del suo modo di essere e di vivere. Mi sono venute fuori queste parole lapidarie.

Il bello della birra (artigianale)

Piccola nostalgia nel cuore. Nostalgia di un amore, anche se amo e sono amato. Piccola nostalgia egoista, avrei voluto amare anche te ed essere amato da te. Piccola nostalgia di me, di com’ero e non sono (al momento) più. Piccola nostalgia e basta, vorrei perdermi nei tuoi occhi adesso. Domani mi sveglierò e non mi passerà più neanche per sbaglio in mente. Amen.

Immagine

So true.

Schermata 2015-11-21 alle 22.41.19.png

Immagine

Paris

You.

[Shining, secretly shy and delicate, smooth skinned, vanished. But unpredictably still in my head.] 

Dumb

In inglese vuole dire sordo, ma più comunemente “ottuso, sciocco, stupido”.

Trovo questo sito per caso, produce manubri per fitness – che guarda caso si chiamano dumbbells – solo che sono per gente molto ricca, evidentemente molto lontana dalla vita reale, molto bisognosa di nutrire il proprio ego e riempire il proprio vuoto con oggetti che più sono costosi più raggiungono il risultato. Una coppia di questi manubri va da 3.900 € la coppia a quasi 30.000 € per la versione con incastonati diamanti bianchi.

Di certo sono un povero plebeo che rosica d’invidia per non potersi permettere una simile sciccheria ma non posso non ammettere a me stesso che davvero prenderei a sberle chi compra questa roba, anzi probabilmente la pesterei a sangue pensando a chi non riesce a trovare un pezzo di pane per mangiare. L’umanità mi sembra sempre più in un vicolo cieco, almeno parte di essa, quella che ha di più, che dovrebbe essere la più illuminata e aiutare il resto ad uscire fuori dalle tenebre.

Revival

I Morcheeba mi ricordano un particolare momento della mia vita, libertà impacciata, sbandate, aria fresca, sorrisi. Alla fine del ’96 avevo finalmente mollato quell’essere inutile che avevo sposato, passato tutto il ’97 e ’98 a riprendermi fuso com’ero da quell’esperienza devastante, una storia importante nel ’99 finita definitivamente nel 2001 e nel frattempo – tra lasciarsi e riprendersi – un intervallo di circa sei mesi di grande vivacità. Questo periodo mi ricordano i Morcheeba. Oggi mi sono tornati in mente, questo pezzo in particolare è indelebilmente stampato nella mia memoria, devo ammettere con un pizzico di nostalgia per quello che ero allora in termini di energia, anche se non cambierei una virgola di ciò che sono adesso per tornare indietro.

Ma anche no! – Piccole soddisfazioni versus Mr. Facebook (clicca per ingrandire l’immagine)

Mail to Zuckerberg

Mail to Zuckerberg

Buon riposo

“Ho smesso. Voglio ignorare. Per l’eternità.”

István [Étienne] Sándorfi

Scoperto stasera. Che potenza.The Silence of Safi-István Sándorfi István Étienne Sándorfi-www.kaifineart.com-6 istvan-sandorfi-7 tumblr_mg79pwoBUg1r19yg4o2_1280 istvc3a1nc389tiennesc3a1ndorfi-www-kaifineart-com-12 istvan-sandorfi-10 1c97dcbf429e933a586e1d6f8c02a0ad tumblr_m9fevb2dDC1rcpuf4o1_1280 15338635_f41559c677dd827879908fb181675a70_l istvan-sandorfi-6 tumblr_ns2d82t3vx1qkkjtwo1_540 Istvan-Sandorfi-4 Étienne István Sándorfi Tutt'Art@ (85) 15338631_1131412d3671d92c1950f3a207da11dd_l istvc3a1n-sc3a1ndorfi0000000 1cbaeec9847045d14ff70a3fa98c572e István Étienne Sándorfi-www.kaifineart.com-1 istvan-sandorfi-8 István Étienne Sándorfi-www.kaifineart.com-7 tumblr_ma1pzz1dKE1rbg8hfo1_500 6 istvan-sandorfi-3 istvan-sandorfi-12 sandorfi

Immagine

Già.

Barcellona

Ignoro di chi sia ma la trovo splendida

Penso
di non averti
mai vista
veramente nuda:
tutte le volte
che ti lasciavi spogliare
dal mio stupore,
ti ricoprivo
di sogno.

È così poco

Ciò che conosci
è così poco
ciò che conosci
di me
ciò che conosci
sono le mie nuvole
sono i miei silenzi
sono i miei gesti
ciò che conosci
è la tristezza
di casa mia vista da fuori
sono le persiane della mia tristezza
il campanello della mia tristezza

Però non sai
niente
al massimo
pensi a volte
che è così poco
ciò che conosco
di te
ciò che conosco
cioè le tue nuvole
o i tuoi silenzi
o i tuoi gesti
ciò che conosco
è la tristezza
di casa tua vista da fuori
sono le persiane della tua tristezza
il campanello della tua tristezza.

Però non chiami.
Però non chiamo.

Mario Benedetti

In pratica

Sono più le cose che non abbiamo fatto di quelle che siamo stati capaci di fare. Doveva evidentemente andare così.

Abbandono

LennonOno

Concordo :-)

zodiac

Adesso

Sono stanco dei soliti vecchi errori. Voglio farne di nuovi.

37 anni fa uccidevano Peppino Impastato

peppinoimpastato

Un siciliano con la S maiuscola, come Fava, Chinnici, Falcone e – purtroppo – tanti altri. Autentici giganti rispetto a quelle merde vili dei mafiosi e di chi con loro ha contribuito ad affossare questo paese.

Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore.”

Altro che black-block, i rivoluzionari veri cambiano il mondo con le proprie idee e senza alzare mai un dito in un gesto di violenza. Basta leggere la citazione che ho riportato sopra per rendersi conto di quanto fosse avanti e di quanto sia ancor di più attuale oggi. E noi invece ci facciamo prendere per il culo dall’imbonitore di turno che parla parla e non conclude nulla. Qualcuno di noi è stato grande, grande davvero. Non dovremmo mai dimenticarcene.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 59 follower