Skip to content

Dedicato a Clara1976 – www.unmondoaformadite.blog.tiscali.it

8 dicembre 2005

6 dicembre 2005
Sono imbronciato, deluso.

Il viso contro il cuscino, sfuggo al pensiero cercando di dormire…

E’ l’ultima notte insieme, in questa casa.

Ce l’ho con lei… ce l’ho con me… Che stupido che mi sento…

Patrizia mi viene vicina, è dispiaciuta che io sia di cattivo umore. Incredibile… Fossi stata al posto suo mi sarei avventato su me con un bel coltello da cucina, mesi fa…

La vita è strana.

Quanto ci piace andare fuori strada, fuori dalla felicità che abbiamo, in cerca di un’altra strada, di un’altra felicità…

Per poi pentirci, quando la gioia che aspettavamo non arriva, e ci sentiamo vuoti, privati anche di quella precedente…

Imbronciati come bambini picciosi, che sapevano di non meritare il regalo ma che si lagnano lo stesso per non averlo ricevuto…

Lacrime di coccodrillo.

Perché ti penso ancora, Rosanna? Che senso ha?

Non ti ho mai chiamata in questi quasi quattro mesi. Ho sempre risposto freddamente alle tue telefonate. Sono sempre stato gelido nei nostri rari incontri…

Perché non dimenticare facilmente chi ci ha fatto gioire e poi piangere?

Perché cercare di più di ciò che abbiamo, quando abbiamo già tanto?

Perché sei ancora dentro i miei ricordi, in giro per l’anima, nei visi che incontro, in mezzo ai miei sogni?

Io so di detestarti per la scelta che hai fatto.

E allora?

Perché voglio ancora perdermi nei tuoi occhi?

Ditemi…

da dove viene tanta insoddisfazione?

Spiegatemi…

perché non so accontentarmi del molto che ho?

Qualcuno, per piacere, vorrebbe usarmi la buona grazia di una gentile spiegazione?

Ho il capo pesante…

La realtà mi sfugge, mi gira la testa, perché la mia vita gira intorno vorticosamente e non so più distinguere tra ciò che è e ciò che sembra…

Voi…

lettori del mio diario… riconosco le vostre orme sulla sabbia… ma non i visi, per lo più sconosciuti… sprazzi di anime su questo cielo di pixel…

Voi…

siete soddisfatti?

Mi ritrovo a vagare spesso in rete, cercando voci diverse, trovando troppo spesso la mia. Sento sgorgare dal cuore di un uomo o di una donna storie che sembrano narrate da me…

Siamo così simili, questa notte…

Un suono mi sveglia… È l’alba… L’impresa dei traslochi è qui…

È un inizio ed è una fine.

Alessandro

17 commenti
  1. Dicono che l’essenza dell’uomo sia la ricerca della felicità assoluta…E perchè allora qnd ne troviamo un po’, riusciamo a farci scappare pure quella?
    E’ inutile torturarsi…Chiederi perchè certe cose vanno in un modo orribile, specie quelle che ami…Un giorno forse ti arriverà la risposta…Te lo dice una che questa risposta la ottiene solo ora, dopo due anni di ricerca…Ma un’insoddisfazione di fondo rimarrà sempre…E’ la nostra essenza..
    Kat

  2. Ho seguito il link dal tuo commento nel mio post di gdisk e ho letto questo tuo: scusa dell’intrusione…ma sono sbalordito delle coincidenze fra ciò che hai scritto e ciò che mi riguarda da un bel pò…coincidono anche i nomi (a parte Rossana) e i traslochi e i coltelli che sono sospesi da anni (almeno tre) e l’insoddisfazione e la confusione…insomma scusa, ma era solo per dirti che forse siamo più di uno, e spero che presto questo buco nero si colmi, e svanisca l’insoddisfazione.
    E Patrizia ora mi dice: “…te la misuri la tuta nuova?…”
    scusa il disturbo.

  3. le scelte comportano conseguenze, anzi, forse proprio per questo, risultano ardue e complicate. ma sono pur sempre scelte. Quello che sarebbe stato se…è meglio lasciarlo perdere, a giochi fatti, altrimenti non ci sarebbe fine ad un’agonia insopportabile.
    ciao

  4. Cerco disperatamente la felicità.
    Cerco disperatamente di amare.
    Ne ho avuta l’occasione, prima non lo sapevo. Adesso lo so.
    L’ho lasciata scappare.
    Quante lacrime di coccodrillo ho versato prima di capire che se una cosa va in un modo è perchè in quel momento deve andare così.
    Forse incrocerò nuovamente quella via, forse ne imboccherò una nuova.
    Lascio decidere al destino…

  5. e’ la vita credo che ci spinge a fare cose delle quali poi ci pentiamo…e’ una strana frenesia, uno strano desiderio che ci spinge sempre oltre…
    lascia che l’esperienza ti serva per le scelte cha farai in futuro…stai pagando tutto a caro prezzo ma non e’ detto che la situazione non cambi, che l’evolversi della situazione non ti sia favorevole…
    te lo auguro…di cuore

  6. un bacio per farti compagnia…. e’ poco lo so… me te lo lascio lo stesso… Buonanotte

  7. Credo che seppur dolorosa sia l’unica strada possibile. Patrizia merita amore e tu non puoi darglielo finchè Rosanna sarà nei tuoi pensieri, e,sopratutto, perchè Rosanna ci è entrata nei tuoi pensieri.
    Lo so che lo sai. So che stai male. So che solo il tempo ti aiutera a rimarginare tutto. E forse, forse….a capire cosa realmente il tuo cuore cerca.

  8. se hai fatto questa scelta (non certo a cuor leggero…) evidentemente è ciò che ritieni giusto.
    Pentimenti, ripensamenti… potranno nascere, ma sai che tanto, così doveva andare.

  9. già…no snow…ma oggi c’è il sole dai!see yaaaaaaaaaaaaaaa

  10. nessuna merita sentimenti non sentiti fino in fondo, credo che desidereresti la stessa cosa, le scelte fanno soffrire sia se fatte per noi che per gli altri…si chiama IL ROVESCIO DELLA MEDAGLIA, ma è la vita e non possiamo farci niente.
    T abbraccio comunque, anche se non serve…NON SONO LI’ ACCANTO A TE PER POTERLO FARE DAVVERO.

  11. grazie del link…a proposito se ti fa piacere metto il tuo da me: ci vorrebbe un blog sulla bellezza di essere in una comunità di blog. E’ una città? un mondo? a volte un condominio o un villaggio Apache pieno di tende blog, oppure come dice un’amica tanti cassetti con noi dentro e mentre uno sta al lavoro o chissà dove, ne apre uno e spunta un blog…Non mi fermo mai di mettere blogs nei miei preferiti. Poi ho da imparare tutto: p.es.:come si fa a stare in allerta di altri blogs,mentre posti sul tuo blog,? Insomma ho da studiare un pò…
    come va oggi? immagino incasinato col trasloco. Io prendo tempo, anche se non è gran cosa, però sai, .ci sono figli e ci vuole ancora un pò. Cmq ti auguro una giornata migliore e poi ancora un’altra e poi…vado a fare le prove con l’orchestra: parte difficile…ma bella! Bruno

  12. La felicità… cosa sarà mai la felicità? Forse quella che noi aneliamo è nel nostro desiderare… nel nostro sognare. Venerdì si è felici per l’imminente fine settimana… il sabato e la domenica non riusciamo a goderceli fino in fondo perchè pensiamo che il weekend sta per finire. Ma forse l’ha detto qualcuno prima di me, vero? Qualcuno per il quale il dì di festa era solo la domenica.
    Non so… capita spesso anche a me di sentirmi come ti senti tu. Mi capita e cerco di analizzarne le ragioni. Ma non riesco… non riesco perchè il mio stato d’animo non si può spiegare con la razionalità. Però è vero… è presente… è logorante.
    Dovrei sentirmi felice. Ho tutto quel che una donna possa desiderare… eppure io mi sento come se non lo desiderassi più. Forse proprio perchè lo posseggo.
    E’ strano il nostro modo di reagire alla vera felicità… questo io penso…

    Un bacio lieve e pensoso…

    P.S. Sono felice tu l’abbia dedicato ad una delle blogger più dolci che io conosca… Clara…

  13. ” Il Midrash dice: ‘Gli inizi sono sempre difficili’.” Chaim Potok

    Io aggiungerei che anche le “fini” sono sempre difficili.
    Non ho risposte per te, non ho risposte per me.
    Quello che vivi e che abilmente riesci a tradurre in parole su uno schermo, è comune a chi è perennemente alla ricerca della Felicità, alla ricerca di un senso, per sè e per la sua anima.
    Ti ringrazio per la dedica. Arrivo solo oggi a vederla, ma mi fa davvero molto piacere.
    Ti auguro la Felicità, quella vera, quella che non si spiega, che non ti spieghi.
    Non ti perdo.
    Un abbraccio e tanta solidarietà.
    C.

  14. chi si accontenta gode così così….
    non bisogna mai accontentarsi….
    è indole dell’uomo non accontentarsi…
    Ciao a presto…

  15. ho aggiunto il link con piacere. Ho chiesto prima perchè mi è capitato di vedre su altri blog che qualcuno si è risentito di avere il proprio link da altre parti senza averlo saputo prima.
    Insomma sono molto neofita e, malgrado il web sia una giungla, cerco di fare attenzione, perchè dall’altra parte c’è qualcuno che non conosco se non per un contatto piccolo, ma che ritengo prezioso.
    Beh, ma il piano lo suoni ancora o no more? Oggi abbiamo suonato Mendhellson per piano e orchestra d’archi. Ed il 25 dicembre (si!proprio a Natale) sarò a Fahrenheit (radio 3) al pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00 in diretta con il mio gruppo di musica persiana e balcanica (Mish Mash)!!!
    Buon tutto.

  16. 🙂
    Che carino sei stato!
    Bravo!

  17. Sono imbronciata, delusa, triste, incazz.. e chi più ne ha più ne metta!
    Ma come sempre ti leggo.
    Un bacio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: