Skip to content

Mi sento deluso

20 aprile 2006

Oggi avevo pubblicato un post.

Era una mail, in verità. Intima, vera, forte.
Poi, rileggendo quelle parole, le ho trovato così belle e intense da desiderare di pubblicarle qui.
Pensavo che il destinatario di quelle confidenze si sarebbe emozionato per quello che stavo dicendo.
Ero io. Ero ispirato e c’era tenerezza anche tra le parole più forti.
Non è stato così. Ho creato imbarazzo.
Mi è stato chiesto di cancellarlo e l’ho fatto. Sono un gentiluomo.
Non mi va di sopraffare nessuno.

Poi però ho riflettuto. Su di me.
Non amo sentirmi limitato.
E qui, in questo spazio virtuale, dove non ci sono cognomi e indirizzi meno che mai.
Per cui vorrei specificare che d’ora in poi, chi ha voglia di avvicinarsi a me, non deve temere imbarazzi.
E’ vero: spesso uso termini forti, sono fatto così.
Non sono una “brava persona” e non frequento “brave persone”.
Se fossi interessato al genere ne troverei quante ne voglio, ma non è così.

La mia voce è libera, qui come nella vita di tutti i giorni.
Chi non se la sente di reggere le mie parole – per favore – resti in sacrestia…

Alessandro

Annunci
26 commenti
  1. Le precisazioni ogni tanto servono.
    Per quel che mi riguarda, leggento e rileggendo le tue parole di ieri, ho pensato anch’io che il/la destinatario/a si emozionasse e non poco.
    Al posto suo, a me …sarebbe successo.
    Grazie per il tuo passaggio notturno.
    Sei sempre il benvenuto.

    E nel frattempo bonjour…

  2. e allora perchè le hai cancellate?nn permettere all’imbarazzo degli altri di limitare il tuo essere e questo luogo virtuale che serve appunto per essere L I B E R I!

  3. spero che poi l’essere liberi nn si limiti solo ad un blog ma alla mente al proprio io e alla propria vita…

  4. ..mannaggia me la sono persa…. ero troppo in palla ieri per ricordarmene anche se l’avessi letta… bacio

  5. Arrivati in ritardo, solo ora.
    E’ una questione spinosa, il confine tra privatezza e limitazione della libertà di espressione è labile.

    Non so neppure cosa dica la legge per quanto riguarda i nomignoli (nick) virtuali…
    Ah senso parlare di privatezza per nomi d’arte così virtuali?

  6. Cmq meglio così (essere arrivati in ritardo).
    Mi irrita profondamente quando cancellano degli scritti nei quali avevo lasciato dei commenti impiegando il mio scarso tempo…

  7. limitare la libertà altrui è in fondo negarsene una propria….
    mi dispiace.

  8. le ho lette quelle parole
    prima che tu le cancellassi
    …..
    belle e intense
    come sono sempre le tue emozioni:)

    xxx

  9. a me dà fastidio la gente che limita gli altri.

    violet

  10. Le limitazioni, infatti, non le senti bene, addosso.

  11. Mi collegavo a Violet.
    Bacio

  12. La tua libertà finisce dove inizia quella dell’altro…

    Se lo ritieni opportuno, tu continua per la tua strada. E chi vorrà, ti seguirà. Diversamente, questi andrà per la sua strada. =)

  13. i termini forti spesso sono quelli più veri, più spontanei, più sinceri…
    non eliminarli dal tuo modo di essere… neanch’io sono una brava persona e non frequento brave persone, ma forse è proprio questo che ci rende più spontanei e diretti… ci rende irresponsabili all’inizio, ma anche maturi prima del tempo, imprudenti, ma anche saggi, bambini alle volte, anime che sanno giocare e che, con il loro essere tutt’altro che bravi all’apparenza vengono amati o odiati, o stimati o disprezzati…

    o nero o bianco… amore o odio… stima o disprezzo…

    opposti che la cattiva gente non può fare a meno di creare…

    tornerò… mi piace il tuo luogo, semplice, diretto, schietto…

    tu quando vorrai e se vorrai sarai il benvenuto… ti aspetterò…

  14. ho perso quel post, è un peccato doversi limitare. Alessandro non farlo mai più… se non siamo liberi nemmeno sui nostri diari allora ache serve scrivere e lasciarsi andare?

  15. ripubblicalo. non l’ho letto, non so cosa ci fosse scritto. ma ripubblicalo.
    semplicemente perchè se l’avevi postato per te aveva un significato. non lasciare che quel senso si perda nel secchio dei post abortiti. è una parte di te che abortisci così.

  16. Ciao Ale!!! ero rimasto a: “Che avventura meravigliosa la vita!” penso che sia davvero così. Poi ci sono momenti in cui non si vede il giorno, e poi riappare e comunque le nuvole ci portano la pioggia e poi il sereno, e questo ciclo, per menti inquiete come le nostre, dà ritmo da cavalcare e godere, la vita. E il ritmo è musica. E noi ci piace la miusika :-)))

  17. Autocensura… mmm, l’ho praticata anche io, e probabilmente anche in futuro non ne sarò immune. Però lascia l’amaro in bocca, è come tentare di volare con un’ala sola. Evita di farlo, se puoi, per te…
    Ciao
    b

  18. mi unisco al coro dei “non farlo più” per le stesse ragioni degli altri. Io non ho mai detto a nessuno di quelli che mi conoscono del blog, proprio per evitare di sentirmi limitata… per il resto.. beh, periodo del cavolo per me, ma, se vuoi, ci sono sempre.
    Un bacio,
    ale

  19. ho dato un’occhiata
    qui mi piace molto
    posso ripassare?

  20. L’unica volta in cui ho cancellato un post è stato quando ho pubblicato una poesia d’amore che avevo scritto per una persona che è stata l’unico vero amore della mia vita fino a qui. L’ho cancellato perchè ormai era solo cosa mia e di nessun altro più. Le tue parole invece erano per qualcuno che c’è per te, ho pensato, e allora hai fatto bene a lasciarle andare. Quel che conta è che siano arrivate dove dovevano. Chi le ha lette le ha ben impresse nella mente e nel cuore, stai sicuro.;-)

  21. un bacio da una tipa libera, indipendente, tosta e tremendamente debole quanto te…………

  22. Hai assolutamente ragione, io sono come te.

  23. ma tu non hai ancora risposto al mio censimento di che cosa hanno in macchina i blogger?!

  24. peccato davvero non esserci stat in sti giorni per leggerlo.
    lo dovresti rimettere.
    vega

  25. Peccato limitare l’unico spazio ancora davvero libero, il virtuale…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: